There aren't any widgets in this section. Go to WP Admin → Appearance → Widgets and add some to Top Bar Widgets. You can disable this section in the Theme Options.

Lux

LUX

Installazione di Domenico Pellegrino

13 dicembre 2016 dalle 19.30

A cura di Alba Romano Pace

Oratorio della carità di San Pietro e Chiostro della casa dei Padri Crociferi Via Maqueda, 206, Palermo

Il 13 dicembre, giorno che anticamente segnava il solstizio d’inverno, è il giorno di Santa Lucia, santa siracusana, protettrice della luce e dei non vedenti. Il suo nome viene dal latino lux, luce, la sua iconografia la rappresenta con gli occhi posati su un piatto o su un’alzata: metafora della vittoria della luce interiore sul buio. L’installazione di Domenico Pellegrino riproducendo gli occhi della santa illuminati nel buio, vuole essere un omaggio alla luce, alla sua bellezza alla sua simbologia.

Vuole anche essere un messaggio di speranza, di chiarore. Nella notte del giorno più corto dell’anno, in cui il buio precede la luce, l’installazione illuminata simboleggerà la forza della luce dell’anima. Gli occhi di Santa Lucia creati da Domenico Pellegrino saranno l’emblema della luce salvifica, della speranza nel buio, dell’energia spirituale che brilla in ognuno di noi. L’installazione sarà illuminata durante la notte del 13 dicembre. P

alermo si allineerà così a tante altre città italiane ed estere (le più note celebrazioni di Santa Lucia si svolgono in Svezia) che festeggiano la Santa come protettrice della luce. L’installazione si inserisce nel programma Fuori le mura della mostra “Divino Amore. L’enigma dell’amore nell’arte contemporanea” a cura di Alba Romano Pace a Palazzo Bonocore, 15 dicembre 2016 – 31 marzo 2017 con la direziona artistica Lucio Tambuzzo

Per instaurare un dialogo tra i diversi monumenti della città e permettere al pubblico una fruizione semplice ed una loro conoscenza più approfondita, una parte della mostra si svolge fuori le mura di Palazzo Bonocore, nel vicino Oratorio della Carità di San Pietro e Chiostro della Casa dei Padri Crociferi. Sito in via Maqueda 206, il chiostro e l’oratorio dove sono conservati gli splendidi affreschi del Borremans della prima metà del XVIII secolo, hanno riaperto le porte, dopo una lunga chiusura, solamente in occasione dell IXa e della Xa edizione delle Vie dei Tesori. Visitabile fino ad ora solo sporadicamente, gioiello ancora poco noto in città, l’Oratorio della Carità di San Pietro e Chiostro della Casa dei Padri Crociferi riapre quotidianamente le sue porte ospitando la suggestiva installazione di Domenico Pellegrino dedicata alla santa protettrice della luce, Santa Lucia

There are no comments published yet.

Leave a Comment